Api, patrimonio di tutti, non sterminiamole

Regione, 24 settembre 2020


Con la moria di milioni di api avvenuta lo scorso agosto abbiamo assistito a un fenomeno molto grave e dannoso, sia per l’ambiente sia per la nostra economia. "Secondo Ats le cause della moria sarebbero da imputare all’utilizzo di due sostanze impiegate per la lotta alla diabrotica e alla piralide del mais. La magistratura, invece, è tutt’ora impegnata nel compiere ulteriori approfondimenti. È necessario mettere in campo strumenti preventivi per un’agricoltura più sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Uno tsunami di tale portata non deve più avvenire”. Sono le parole di Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia, con le quali introduce la sua interrogazione con risposta scritta, presentata quest’oggi alla giunta regionale. “Le api - continua il consigliere - stanno scomparendo e dipende solo da noi che questo non avvenga”.

Un punto fermo, quello di Degli Angeli, su cui è particolarmente perentorio. Va infatti considerato che le api non producono solo miele, ma giocano un ruolo essenziale all’interno degli ecosistemi. L’agricoltura invasiva, l’uso di diserbanti, in aggiunta ai patogeni e ai repentini cambiamenti climatici rappresentano le principali cause per cui le api muoiono. “Bisogna fare molta attenzione - raccomanda Degli Angeli - infatti, secondo studi scientifici, in Europa è scomparsa già il 25% della popolazione delle api. Se queste dovessero scomparire del tutto, le conseguenze sulla biodiversità e sull’alimentazione sarebbero incalcolabili”.

Si poggiano su una solida base scientifica, le asserzioni del consigliere pentastellato. “E per questo motivo - spiega - ho presentato a regione Lombardia un’interrogazione: per chiedere quali azioni la giunta intenda mettere in campo per scongiurare disastri futuri, ma soprattutto - sottolinea - per comprendere quali alternative esistano ai prodotti chimici estremamente dannosi per le api. Un terzo del nostro cibo - conclude Degli Angeli - dipende dall’opera di impollinazione di questi insetti. Per salvare le api e quindi il nostro futuro, dobbiamo adottare pratiche agricole sostenibili, proteggere la biodiversità e bandire per sempre i pesticidi dannosi per gli insetti impollinatori”.


© Riproduzione riservata

Cane in caserma

RIVOLTA D'ADDA - Trova cane, lo porta dai carabinieri ...
Leggi tutto l'articolo

Un siluro sul Serio

CREMA - Parte la caccia all'invasore ...
Leggi tutto l'articolo

Trascina un cane, fermata dai passanti

CREMA - Sarà denunciata ...
Leggi tutto l'articolo

Preso a calci da una mucca

VILLACAMPAGNA - Agricoltore in ospedale ...
Leggi tutto l'articolo

Mangiar da cani

MILANO - E arrivano i piatti per i quattro zampe ...
Leggi tutto l'articolo

Guarda chi c'è

CREMA - Un ibis eremita sul davanzale ...
Leggi tutto l'articolo

Cercasi mamma gatta

CREMA - Due cuccioli abbandonati hanno fame ...
Leggi tutto l'articolo

Perso Baghera

CREMA - Non torna dal 26 maggio ...
Leggi tutto l'articolo

Perso gatto

CREMA - Abita a San Bernardino ...
Leggi tutto l'articolo

Ritorno alla normalità

CREMA - Come comportarsi con i propri animali ...
Leggi tutto l'articolo

Tartaruga nella fontana

CASTELLEONE - Apparsa in questi giorni ...
Leggi tutto l'articolo

Due gattini nel motore

CASTELLEONE - Salvati dai vigili del fuoco ...
Leggi tutto l'articolo

Allarme: esche avvelenate

TRESCORE - Trovate in campagna ...
Leggi tutto l'articolo

Tartaruga investita

CREMONA - Salvata dai carabinieri ...
Leggi tutto l'articolo

Non usate candeggina sulle zampe dei cani

CREMA - Animali e decreto: un po' di confusione ...
Leggi tutto l'articolo

I padroni del mondo

AGNADELLO - Mamma anatra insegna a camminare ...
Leggi tutto l'articolo