Giovani padani, da Bressan a Rovida

Crema, 11 giugno 2018

Assemblea provinciale dei Giovani Padani presso il ristorante Il Borgo di Gradella nel comune di Pandino. Hanno partecipato alla conviviale, oltre ai giovani leghisti di tutta la Lombardia e i militanti cremaschi, anche gli esponenti locali del carroccio On. Claudia Gobbato, On. Silvana Comaroli, On. Guido Guidesi, Sen. Simone Bossi e i coordinatori nazionali e federali del movimento Luca Toccalini e l’On. Andrea Crippa. L’assemblea ha avuto come ordine del giorno il rinnovo della carica di Coordinatore Provinciale del movimento giovanile della Lega.

L’assemblea ha formalizzato il passaggio di testimone tra Daniel Bressan e Giuseppe Rovida.

Giuseppe Rovida, ventottenne di Agnadello, attualmente occupa il ruolo di responsabile organizzativo della sezione Lega del suo comune e da svariati anni fa parte del gruppo locale dei giovani padani dove ha ricoperto diversi ruoli interni.

“Sono stati 3 anni fantastici” – dichiara Daniel Bressan, coordinatore provinciale uscente dei giovani leghisti – “siamo partiti 3 anni fa con qualche giovane sognatore e tanta voglia di portare i nostri valori sul territorio. Oggi ci presentiamo a questa assemblea con decine di giovani e come movimento giovanile di riferimento di tutta la provincia. Questo è sicuramente merito di un gruppo maturo e capace, un gruppo che ha saputo diventare squadra, un gruppo che ha saputo essere motore di una Lega territoriale che sta raggiungendo numeri davvero importanti. Questo non deve essere un punto di arrivo ma una presa di coscienza della responsabilità che gli elettori e la nostra generazione ci sta dando. Ringrazio tutti coloro che hanno supportato attivamente questa grande ascesa e faccio un grande in bocca al lupo al nuovo coordinatore Giuseppe che sono certo potrà continuare questo importante percorso di libertà”.

“Ringrazio Daniel per quanto fatto in questi anni e per la grande opportunità che lui e il gruppo mi hanno dato” –spiega con emozione il neo coordinatore Giuseppe Rovida- “voglio onorare al meglio la responsabilità derivante da questo ruolo. In questi anni ho vissuto insieme a Daniel la grande crescita di questo movimento giovanile. Il nostro successo è dato principalmente dalla nostra capacità di stare sul territorio e comunicare con i nostri giovani e cittadini. La mia volontà è continuare sulla strada dell’ascolto e della presenza territoriale. Viviamo un periodo politico di assoluta importanza, di svolta e di cambiamento. Il nostro movimento vuole porsi come importante megafono delle istanze della nostra generazione, problemi e disagi rimasti inascoltati negli ultimi governi. Abbiamo la maturità e i mezzi per poterlo fare e, inoltre, possiamo contare su un neoparlamentare che ha sempre fatto parte del nostro gruppo e pertanto con una sensibilità per le questioni del mondo giovanile: Claudia Gobbato ”.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook