Il ministro elogia gli studenti e li invita a vedere l'Inter

Crema, 22 marzo 2019

"Tutti a vedere l'Inter!". Ovazione.

"Oppure tutti a teatro". Quasi silenzio.

"Be' allora tutti a vedere l'Inter". Di nuovo ovazione.

Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha conquistato così il cuore dei ragazzi, riuniti oggi con genitori e professori in una grande aula di palazzo Folcioni per conoscere e conoscersi. Poche parole di elogio e poi l'ascolto delle piccole voci. I racconti, forse le paure. Ma tutto con grande semplicità. E poi l'entusiasmo per le proposte. Andiamo insieme a vedere l'Inter, magari contro l'Atalanta o la Juventus. E poi andiamo a Roma con il Frecciarossa per conoscere e ringraziare i militari che vi hanno dato una mano. Due targhe alle due classi che sono state protagoniste della terribile avventura che, per fortuna, si è conclusa bene e poi il via ai colloqui più personali. ai quali Bussetti non si è sottratto. Infine, un caffè all'Hemingway con Tiziana, la bidella che ha tirato fuori dal pullman molti ragazzi e che ha espresso il desiderio di conoscere e ringraziare il carabiniere che ha tirato fuori lei, alla fine, desiderio che sarà soddisfatto. Un saluto alla dirigente Cristina Rabbaglio e ai due professori Alessandro Cadei e Giacomo Andrico, che erano sul pullman, le ultime foto di rito e poi via, verso altri impegni. Ma il ministro non ha mostrato fretta. E' arrivato alle Vailati con qualche minuto di anticipo ed è rimasto per oltre un'ora soddisfacendo le richieste di tutti.

Infine, si torna, ma con la promessa di rivederci. Allo stadio, a Roma, in regione Lombardia a ritirare premi e a raccontare come è andata a finire un'avventura terribile, risolta bene grazie all'impegno di tutti, di sei ragazzi coraggiosi, di due professori determinati, di una bidella che ha anteposto i ragazzi a se stessa, delle forze dell'ordine che hanno salvato la situazione e fermato Sy, il quale tra poco sarà interrogato in procura a Milano.

Le foto dell'incontro di stamattina

© Riproduzione riservata



Share on Facebook