La Polstrada sequestra 150 quintali di batterie esauste: alcune rubate

Soncino, 11 gennaio 2019

Colpo della Polstrada che intercetta un camion che trasporta batterie esauste e, grazie agli scrupolosi controlli, scopre che all'interno del cassone ce ne sono alcune che risultano rubate. Di più: l'autista mostra documenti che, secondo gli agenti, non sono conformi a quanto accertato. Così per il conducente, G.L., 46 anni di Ravenna, scatta la denuncia per ricettazione.

Ieri gli agenti della Polstrada hanno fermato un camion che, a un controllo, conteneva 11 cassoni con 15mila chili di batterie varie. L'autista ha asserito di aver caricato la merce in un determinato posto, ma appariva evidente che questa dichiarazione non risultava vera. Inoltre il furgone era diretto fuori dalla Lombardia per scaricare le batterie, che sono ritenute merce pericolosa. Da una verifica della merce trasportata gli agenti hanno scoperto che una batteria risultava rubata tre giorni fa in un ripetitore della Vodafone. A quel punto camion e merce sono stati sequestrati, sono stati avvertiti i tecnici della Vodafone che arriveranno a Crema per controllare tutte le batterie (ogni batteria ha un valore di 250 euro) e per verificare se tra le 250 batterie ve ne sono altre che sono state rubate dai vari ripetitori.


© Riproduzione riservata



Share on Facebook