La Società delle missioni africane ha ricevuto un messaggio di padre Gigi

Madignano, 03 dicembre 2018

"Non possiamo confermarlo, ma una notizia ci dice che padre Pierluigi Maccalli è vivo". Solo questo dalla Società missioni africane, alla quale appartiene padre Gigi. Non molto, ma è la prima volta dalla data del rapimento, 17 settembre scorso a Bomoanga in Niger, che qualcosa si muove. "Abbiamo ricevuto la notizia da una fonte non ufficiale - prosegue il portavoce della Sma a Genova - e quindi impossibile da verificare. Ma chi ci ha riferito la notizia sembra possedere buone informazioni. Non si tratta di religiosi o di una fonte governativa e neppure di polizia. In questo momento il riserbo è d'obbligo, ma riteniamo di poter dire che c'è finalmente una buona notizia". Con tutta la cautela possibile dalla Sma cercano di non dare troppa enfasi alla voce, ma è evidente che da qui possa cominciare un percorso che porti alla liberazione del padre di Madignano rapido da un gruppo di pastori. Anche se neppure questa notizia è ufficiale.

"In Niger, dalle parti di Bomoanga, la situazione sta diventando pericolosa a causa delle numerose bande di ribelli che ogni giorno nascono - continuano dalla Sma - e quindi anche le persone normali hanno paura e però cominciano a essere stanchi di quel che succede. Forse potremmo essere a una svolta".

Inutile dire che i punti interrogativi sono molti e ci si affida alle notizie incerte e alle voci, in attesa di qualcosa di più concreto.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook