Tonfo gialloblu a Reggio Emilia

Reggio Emilia, 07 ottobre 2018

REGGIO AUDACE- PERGOLETTESE 5-0

Torna con una bruciante sconfitta la Pergolettese dalla trasferta al MAPEI STADIUM contro la Reggio Audace. Una sconfitta che non lascia nessun strascico di rammarico, se non per le modalita’ che hanno portato ai tre gol subiti nell’arco di venti minuti che hanno difatto chiuso la gara dopo il primo tempo. Tre gravi disattenzioni che hanno spianato la strada ai locali, incitati da un gran tifo per tutto l’arco della gara, i quali con troppa facilita’ si sono trovati con la gara vitualmente chiusa dopo i primi 45 minuti. Eppure all’inizio della partita era stata la Pergolettese ad assumere l’iniziativa, lasciando presagire una gara da protagonista,costringendo i granata locali a chiudersi a difesa della propria meta’ campo. Nonostante pero’ la supremazia territoriale, quasi mai il pallone e’ arrivato ad impensierie il portiere Narduzzo, per la scarsa incisivita’ negli avanti gialloblu’. Dopo un quarto d’ora di gioco la svolta; un calcio d’angolo per la Reggio Audace, con palla messa in rete da una girata di testa del piccolo Spano’ (deviato in rete da Manzoni?) ha spianato la strada per i locali, trovatosi in vantaggio senza grossi meriti. Il raddoppio dopo soli 4 minuti di Cavagna, con una punizione battuta dalla tre quarti e con pallone che, sfiorato da Spano’, si e’ insaccato nel palo lungo con Stucchi inerte e sorpreso. Un uno due che ha mandato i tilt la formazione capitanata da Manzoni incapace di abbozzare una reazione. Situazione aggravata ulteriromente con l’incertezza del giovane portiere gialloblu’ Stucchi resosi protagonista in negativo del terzo gol dei locali al 31’, andando a respingere malamente un pallone calciato da fuori area sul quale si avventava Zamparo che, dopo essersi fatto respingere coi piedi la ribattuta, concludeva in rete. Sotto di 3 gol, ad inizio ripresa mister Del Prato operava tre cambi per provare a dare una scossa e vivacita’, tentando di riavvicinare gli avversari nel punteggio. Fuori Manzoni, Fanti e Cazzamalli, dentro Panatti, Gullit ( al debutto in campionato) e Schiavini. Pronti via subito due possibilita’ per accorciare le distanze con Morello e Bortoluz ma senza esito (fuori la prima di Morello e parata di Narduzzo sulla girata di Bortoluz). Poi tanta volonta’ ma poca pericolosita’, con la Reggio Audace a presidiare la propria meta’ campo lasciando l’iniziativa alla Pergolettese, fino alle ultime due segnature all’82’ e 88’. La prima con Zamparo che, guadagnando un rimpallo a centro area, ha superato Stucchi con un diagonale e il quinto gol con un gran tiro dalla distanza di Statiti infilatosi nell’angolino. Sconfitta bruciante e da dimenticare velocemente, ma certamente molto lavoro spetta a mister Del Prato, per dare un maggior nerbo e combattivita’ agonistica a una squadra che oggi a Reggio Emilia ha destato qualche perplessita’.

Reti: p.t. 16' Spano', 20' Cavagna, 31' Zamparo; s.t. 37' Zamparo, 43' Staiti

REGGIO AUDACE: Narduzzo, Cicegna, Spano', Luche(9'st Pastore, 26' st Crema), Zamparo(39'st Ponsat), Cavagna, Masini, Broso (17'st Boldrini), Osuji, Staiti, Bran (35'st Palmiero).

A disp. Rossi, Bardeggia, Cozzolino, Zaccariello.

All. Antonioli Mauro

PERGOLETTESE: Stucchi, Fanti (1' st Russo), Villa, Manzoni (1' st Panatti) Fabbro, Bakayoko, Cazzamalli (1' st Schiavini), Muchetti, Bortoluz, Franchi (14' st Gullit), Morello.

A disp. Bruni, Lucenti, Manfroni, Viola, Piras

Arbitro: sig. Emmanuele Marco di Pisa

Assistenti: sig. Croce Marco e sig. Ferraioli, Marco Orlando di Nocera Inferiore

Ammoniti: Fanti, Staiti, Panatti, Masini, Bortoluz

Note: giornata soleggiata, temperatura gradevole,angoli 4 a 1 per la Pergolettese, recupero 2+4, spett. 4.200

© Riproduzione riservata

Share on Facebook