Non toccate gli alberi di via Bacchetta

Crema, 09 ottobre 2018

Si ingrossano le fila di chi non vuole che le piante di via Bacchetta vengano abbattute, aderendo all'idea di alzare il marciapiedi anziché tagliare i bagolari. Nasce un comitato per via Bacchetta e contrario all'idea dell'abbattimento si dichiara Emanuele Coti Zelati, capogruppo della SInistra in maggioranza nel consiglio comunale.


L’alberatura cittadina, e più in generale il verde pubblico, hanno un valore che va ben oltre il fattore estetico/decorativo: quello culturale e del richiamo alla natura, la funzione di riparo dalla calura estiva, quello psicologico di ammirare un albero centenario sono esempi di valori difficilmente monetizzabili ma, non per questo, meno significativi.

In queste ragioni sta, probabilmente, la reazione della città alla notizia del possibile abbattimento in questione: si tratterebbe di una perdita irreparabile e definitiva di un capitale letteralmente cresciuto nell’arco dei decenni: perché volerci rinunciare?

E’ necessario quindi fermarsi, valutare tutte le opzioni tecniche disponibili chiedendo l’intervento di professionisti preparati e autorevoli: pensiamo che il mandato da dare non possa che essere quello di trovare la via per conservare gli alberi (al netto, chiaramente, di quelli pericolosi perché malati) e, contemporaneamente, superare le barriere poste dagli stessi.

La bellezza (largamente intesa) della nostra città, che è un bene collettivo e non di pochi, passa anche da questo. Per questo auspichiamo che la questione in oggetto divenga l’occasione per costruire un migliore approccio alla gestione delle alberature cittadine che sappia cioè riconoscere profondamente il valore collettivo degli alberi, della storia che incarnano e della funzione sociale che assolvono e non si limiti a un approccio meramente tecnicistico.
Questa è la nostra direzione di lavoro.

Emanuele Coti Zelati (capogruppo La sinistra)

Nella foto, un tratto di via Bacchetta con i bagolari






dott. Emanuele Coti Zelati

Capogruppo “La Sinistra”

© Riproduzione riservata

Share on Facebook