L'Aia collabora con l'Avis

Crema, 28 febbraio 2019

C'è un momento particolare, tra le procedure pre-gara, che contraddistingue tutti gli arbitri cremaschi. Si tratta del riscaldamento. L'arbitro lascia lo spogliatoio per misurarsi con il terreno di gioco e prepararsi alla gara. In quel momento indossa una maglietta gialla con una scritta blu. Un osservatore attento potrà aver notato che tale scritta è il logo dell'Avis. Quella maglietta è il frutto della collaborazione tra la Sezione Aia di Crema “Cristian Bertolotti” e l'Avis di Crema. Dal 2012, infatti, l'Associazione Volontari Italiani del Sangue è lo sponsor etico dei fischietti cremaschi. Negli ultimi sei anni, gli arbitri cremaschi hanno partecipato numerosi alle molte attività organizzate dai donatori del sangue, tra cui varie ciclopasseggiate. Il legame tra le due Sezioni è cresciuto anche grazie al “Progetto Avis”. Il Progetto Avis consiste in un mese primaverile (quest'anno sarà il mese di marzo) durante il quale gli arbitri cremaschi impegnati a dirigere gare provinciali di Cremona scendono in campo con una maglietta dell'associazione dei donatori di sangue. La maglia viene indossata durante il riscaldamento obbligatorio, il saluto del pubblico e il sorteggio. È un evento rivolto anche al pubblico, ma soprattutto ai giovani atleti, per sensibilizzare il mondo sportivo locale riguardo al tema della donazione di sangue.

Le due associazioni cremasche sono molto soddisfatte di questa collaborazione (come sottolineato in più occasioni dal presidente Aia Crema Annunziato Scopelliti e il presidente Avis Crema Roberto Redondi, che negli anni ha portato inoltre numerosi arbitri alla donazione di sangue.

© Riproduzione riservata



Share on Facebook